Cosa vedere in Baviera

La Baviera è una delle regioni (chiamate Land in tedesco) più suggestive della Germania.

Non sono solo i paesaggi mozzafiato e le incantevoli città a renderla tale, ma anche l’estrema affabilità dei suoi abitanti, che accolgono cordialmente turisti e visitatori.

Si tratta di una figura ben lontana dal tedesco freddo e calcolatore dell’immaginario comune.

D’altronde, la Baviera è il Land più vicino all’Italia, separato a sud solo da un braccio di terra austriaca: sarà per questo motivo che i bavaresi sembrano mostrare più esuberanza rispetto al tedesco medio.

Se desideri viaggiare in questa zona non avrai che l’imbarazzo della scelta fra cosa vedere in Baviera.

Tra le attività più popolari ci sono delle attrattive turistiche adatte a tutti, come i meravigliosi mercatini di Natale, oppure gli incantevoli castelli della Baviera, che sembrano usciti da un film Disney!

Se hai famiglia ti sarai chiesto cosa vedere in Baviera con i bambini: anche in questo caso potrai rivolgerti ai manieri bavaresi, in particolare il castello di Neuschwanstein, che i più piccoli riconosceranno come “originale” del castello Disney.

Se vuoi scoprire veramente la Baviera non perdere l’occasione di percorrere la Strada Romantica (Romantische Strasse) che unisce le bellezze del paese in un unico itinerario.

Appassionato di storia? Questo Land presenta alcuni importanti siti della Seconda Guerra Mondiale, compreso il campo di concentramento di Dachau, o testimonianze del passaggio di Ludwig II, il sovrano bavarese più eccentrico.

Assolutamente da non perdere le città più importanti della Baviera: Norimberga, Wurzburg, Rothenburg ob der Rauber e naturalmente Monaco di Baviera, sede del Deutsches Museum (un vero e proprio santuario della scienza e della tecnica) e l’Oktoberfest, la leggendaria festa della birra.

Ti ho convinto? Allora ecco alcuni consigli di viaggio per decidere cosa vedere in Baviera.

Cosa vedere in Baviera del Sud

Per capire cosa vedere in Baviera occorre prima una piccola lezione di geografia.

Il Land è diviso in due territori principali: quello più settentrionale è conosciuto come Franconia, mentre quello meridionale rappresenta la “vera” Baviera e ospita la capitale, Monaco.

Ognuno di questi territori presenta caratteristiche e punti d’interesse diversi: la stessa Baviera del Sud è divisa in tre ulteriori territori, e quello che comprende gran parte delle attrazioni elencate in seguito è conosciuto come Oberbayern.

È proprio questa zona che viene visitata maggiormente da chi decide di trascorrere una vacanza nel Land, ed è sicuramente la più “benevola” verso i turisti: qui l’accoglienza non è solo un lavoro, ma una vera e propria arte.

Vediamo insieme cosa vedere in Baviera del Sud.

Rosenheim

La “città della rosa” (fiore che compare sul suo stemma) è fra una delle più grandi di tutto il Land.

Presenta un incantevole centro storico medievale dove spicca la chiesa di San Nicola, un piccolo gioiello dello stile tardogotico.

In Baviera è conosciuta per l’Herbstfest, la festa della birra che rappresenta una versione ridotta, ma altrettanto suggestiva, dell’Oktoberfest: un must per chi desidera provare la vera birra bavarese.

Oberammergau, la passione di Cristo

Questa cittadina piccola, ma suggestiva, è molto famosa in Baviera per essere un centro dove l’arte dell’intaglio del legno si tramanda da diversi secoli.

Inoltre, è possibile passeggiare per le vie del paese osservando le case affrescate da scene della tradizione cristiana o da fiabe come Hansel e Gretel.

Assolutamente da non perdere la Passione di Cristo che viene ricreata ogni anno ricorrendo a più di 2000 persone fra figuranti, tecnici e scenografi.

Nido dell’Aquila, il rifugio estivo di Adolf Hitler

Questo rifugio che si trova quasi a 2000 metri a picco sulle Alpi Bavaresi viene associato a Adolf Hitler, che lo usò come centro di riunione durante la Seconda Guerra Mondiale.

Oggi si possono ancora vedere alcuni elementi originali, come uno spettacolare ascensore che permette di arrivare all’altezza del rifugio in meno di un minuto. Tuttavia, l’edificio non è più un luogo di trame belliche, ma un incantevole albergo dove si può pernottare e mangiare osservando dall’alto le meravigliose cime della Baviera, proprio come se si fosse uno dei rapaci ricordati dal suo nome.

Mittenwald e le sue case affrescate

Anche in questo paesino a pochi chilometri dall’Austria si possono ammirare delle bellissime case affrescate, ma chi è appassionato di musica troverà un ulteriore punto di interesse nella tradizione legata alla liuteria italiana.

È proprio in questo luogo che i maestri cremonesi tramandarono le loro conoscenze riguardo alla costruzione di viole, violini e violoncelli.

Questi strumenti sono considerati una vera e propria risorsa dagli abitanti del paese, che vollero erigere un’accademia di liuteria, ancora oggi fra le più rinomate al mondo: qui si può assistere alla “nascita” artigianale di violini, chitarre e simili.

Garmisch-Partenkirchen e le Olimpiadi invernali

Chi ama le altitudini non potrà non fermarsi in questa incantevole località di montagna, famosa per aver ospitato le Olimpiadi Invernali del 1936 e ben due mondiali di sci.

Qui si possono fare delle bellissime escursioni sia d’estate che d’inverno, e chi preferisce stare in paese potrà ammirare gli affreschi delle abitazioni.

Il fascino della cittadina era tale da essere di frequente un punto di passaggio per Ludwig II.

Monaco di Baviera

La capitale della Baviera è la località più conosciuta e amata di questo Land, e presenta delle attrattive veramente particolari.

Prima fra tutte è la festa della birra più famosa del mondo, l’Oktoberfest, che trasforma la città in una “sagra” gigantesca dove si può brindare dal mattino alla sera.

Poi c’è il Deutsches Museum, dove ammirare le macchine più sofisticate che l’ingegneria può offrire.

Füssen

Da secoli luogo di passaggio fra la Baviera e l’Italia, Füssen si trova a pochi passi dal meraviglioso castello di Neuschwanstein, uno dei luoghi più importanti della Strada Romantica.

Tuttavia, anche il centro storico del paese ha molto da offrire, soprattutto in termini di architettura religiosa: ci sono, infatti, monasteri, conventi, chiese e luoghi di culto edificati già nel Medioevo e poi ricostruiti in uno stile barocco che ancora oggi viene conosciuto nel settore dell’arte come barocco bavarese.

Inoltre, qui è possibile vedere la seicentesca danza macabra di Jakob Hiebeler, una raffigurazione non molto allegra, forse, ma di grande interesse artistico e storico.

Cosa vedere in Alta Baviera

La Franconia è forse una delle parti meno “sensazionali” di tutta la Baviera, e viene spesso trascurata a favore dell’Oktoberfest o di Monaco.

Tuttavia, anche questa zona presenta dei punti d’interesse unici al mondo, e ha il vantaggio di essere più economica.

Inoltre, l’essere parte un territorio settentrionale non impedisce ai cittadini di mantenere la solita cordialità bavarese.

Nella Franconia è possibile visitare delle città talmente belle da essere state dichiarate patrimonio UNESCO, e non solo: ecco cosa vedere in Alta Baviera.

Bamberg, la città patrimonio UNESCO

Bamberg fu fondata durante l’Impero Romano, e come la Città Eterna sorge su 7 colli.

Al posto del Campidoglio, tuttavia, questa cittadina presenta un centro medievale di grande pregio, dominato da un gigantesco duomo dotato di ben 4 campanili.

Non lontano da questo c’è la Neue Residenz, un palazzo voluto da uno dei tanti principi-vescovi che si sono susseguiti al comando della città: all’interno si trova uno splendido giardino fiorito e una galleria dove i giochi prospettici si alternano a imponenti ritratti delle personalità più blasonate del Sacro Romano Impero.

Coburgo, la città degli imperatori

A questa città sono legati i sovrani più importanti del XIX secolo: proprio da questo luogo ha avuto origine la dinasta dei Sassonia-Coburgo e Gotha, che diede i natali alla regina Vittoria e alla principessa Alice, la sposa dell’ultimo zar Romanov Nicola II.

Per questo motivo il centro è costellato di palazzi, fortezze e torri, dove aleggia un’atmosfera aristocratica che attirò anche Martin Lutero, che qui trovò rifugio dopo aver iniziato il movimento del Protestantesimo.

Curiosamente, a Coburgo si tiene il Festival Internazionale della samba più famoso di Europa, una bella occasione per dimenticarsi dell’austerità dei palazzi teutonici!

Norimberga, tra storia ed il processo ai criminali nazisti

Quando ci si chiede cosa vedere in Baviera, Norimberga è sempre una delle risposte più azzeccate.

Salita alle cronache per il processo che condannò i pezzi grossi del Terzo Reich, questa città divenne col passare dei decenni un centro rinnovato, dove le storia e la tradizione riescono ad affascinare qualsiasi turista.

Non perdete l’occasione di camminare nel centro storico medievale, uno dei meglio conservati al mondo.

Würzburg, sulla strada Romantica

Würzburg presenta un’atmosfera vivace, grazie alla presenza di un’università fra le migliori della Germania.

Non mancano altri punti d’interesse, come la colossale Residenz, un palazzo costruito nel 1700 con tutti i fasti che solo l’aristocrazia del tempo poteva permettersi.

Proprio in questo luogo è possibile ammirare gli affreschi di Tiepolo, che passò diversi anni della sua vita al servizio della casa reale che viveva a Wurzburg. Proprio per questo motivo la città è una tappa obbligata della strada romantica.

Ratisbona

Ratisbona è una città molto importante per la Baviera, e fin dall’età romana ha sempre manifestato un’indole indomita nei confronti di sovrani e imperatori.

Da non perdere il duomo di San Pietro, un formidabile edificio che richiese una costruzione durata ben 3 secoli, dal 1200 al 1500.

Per chi è più attirato dalle raffinatezze della gola, Ratisbona offre un menù d’eccezione dove figura la salsiccia affumicata, che si può gustare nei diversi locali del centro storico.