Cosa vedere a Monaco di Baviera in 2 giorni

283
Cosa vedere a Monaco di Baviera in 2 giorni

Nonostante due giorni possano sembrare davvero pochi per visitare una città della portata di Monaco di Baviera, dobbiamo sempre ricordarci che ci sono persone in grado di programmare un viaggio del genere per una sola giornata, e ciò vuol dire che anche noi possiamo farcela.

Certamente non avremo il tempo di percorrere la Strada Romantica a piedi, ma comunque potremo ritornare a casa con esperienze e ricordi indimenticabili.

L’itinerario che vi propongo oggi vi permetterà di visitare le attrazioni più belle della città rispettando il budget di tempo a vostra disposizione, senza correre troppo per passare da un’attrazione alla altra, pratica che sconsiglio altamente in quanto non permette di godersi appieno ciò che si ha davanti. Iniziamo subito!

Peterskirche, la chiesa più antica della città

Che siate arrivati in macchina o in treno, quasi sicuramente vi ritroverete alla stazione centrale, motivo per cui inizieremo il nostro viaggio proprio da qui, incamminandoci verso Marienplatz, la piazza centrale piena di monumenti e attrazioni.

Vi attirerà subito lo sguardo la chiesa di San Pietro, luogo di culto estremamente importante della città, che durante le festività ospita importanti personaggi e cerimonie religiose.

Questa è la chiesa più antica di tutta la Germania, che è passata in fretta da secoli fiorenti a distruttivi bombardamenti dovuti alla guerra, fino alla totale ristrutturazione.

Uno sguardo di ammirazione dobbiamo riservarlo anche per il Neues Rarhaus, costruito in stile neogotico verso la metà dell’ ‘800, con la sua torre dell’orologio che ospita il carillon più grande e importante del paese: a partire dalle 11.00 di mattina, le statue collocate al suo interno cominciano a muoversi imitando un antico ballo di scongiuro della peste e suonando con forza la campana.

Englischer Garten, il parco pi grande d’Europa

Dopo il giro in centro città non c’è nulla di meglio di una passeggiata nella natura incontaminata, dove è possibile godersi al massimo persino le cose più banali.

Il Giardino Inglese che vanta una grandezza di 3 chilometri quadrati permette di fare proprio questo, perdersi nella natura dimenticandosi di essere in un parco vicino al centro della città.

Ovviamente non si tratta di un polmone verde dotato solo di alberi e panchine, bensì racchiude al suo interno alcuni dei monumenti più importanti della città: avrete modo di ammirare la Grande Torre Cinese, una struttura in legno alta più di venti metri che ogni giorno ospita un’esibizione musicale, la Sala del tè Giapponese dove potrete imparare a bere la bevanda orientale con la massima disciplina, o distendervi sui grandi prati vicino alle rive del fiume, dove vengono praticate anche gare di surf e canottaggio.

Mi sento in dovere di consigliarvi l’uso di una mappa per orientarvi all’interno del parco, potrebbe sembrare difficile perdersi ma vi assicuro che basta una piccola distrazione per perdere la via d’uscita.

Frauenkirche, il duomo di Monaco di Baviera

Ora che si siamo rinfrescati nel mastodontico giardino inglese, possiamo riprendere l’esplorazione della città, con direzione obbligatoria verso il Duomo, o meglio dire Frauenkirche, la cattedrale di Monaco.

Questa imponente cattedrale sorge dove prima vi era presente solo una basilica romana di minuscole dimensioni; essendo risalente al 1488, ha avuto modo di provare sulla propria pelle l’orrore della guerra, che sfortunatamente l’ha ridotta quasi in macerie.

Fortunatamente alla fine del secondo conflitto più grande del mondo è stata ricostruita e oggi sorveglia la città grazie alle sue torri alte più di centro metri.

Scopri gli Hotel più economici di Monaco

Cerchi un Hotel a Monaco di Baviera non troppo costoso e vicino al centro? Consulta la selezione che abbiamo creato per te!

Le due torri con cupole d’ottone non hanno una semplice funzione decorativa, bensì contengono al loro interno quadri e reliquie.

Ritornando alla chiesa, sappiate che al suo interno è presente anche il sarcofago di Ludovico il Bavaro, tuttavia avvicinarsi troppo al sarcofago è impossibile: oltre alla sicurezza vi sono anche quattro guerrieri in marmo, che da secoli sorvegliano il loro antico padrone.

Arrivati a fine giornata conviene prenotare subito presso uno dei tanti hotel nelle vicinanze, dove non solo potremo bere e mangiare come veri monacensi, ma anche riposarci adeguatamente.

Museo Residenz

Dopo una bella colazione presso lo Starbucks o l’Hard Rock Cafè, è giunto il momento di scoprire il museo Residenz di Monaco di Baviera.

Prima di offrirvi la descrizione dell’architettura dell’edificio, ci tengo a farvi riflette sulla sua importanza storica; questo grande e sontuoso palazzo è stata la sede delle riunioni di governo: qui vi hanno dimorato Re, Principi, Cardinali e Generali di guerra, ognuno di essi impegnato nella gestione della città e del paese.

L’edificio è un mix perfetto tra barocco e neoclassicismo, non è solamente la facciata a sorprendere, ma anche l’interno che racchiude più di dieci cortili e tre complessi architettonici.

Deutsches Museum, il museo della scienza e della tecnica

Monaco vanta anche uno dei più grandi e belli musei della scienza e della tecnologia mai creati, una grandissima struttura situata su un’isoletta dell’Isar, location altamente suggestiva che ne incrementa in modo notevole il fascino.

Questo museo non è interessante solo per gli adulti, ma diventa un laboratorio di creatività anche per i bambini, i quali possono svolgere laboratori, disegnare pitturare e giocare in un’area appositamente attrezzata.

Come vi abbiamo già detto, il museo è molto grande e merita di essere visitato interamente, senza alcuna fretta.

West Park

Anche il secondo giorno è passato davvero in un attimo, e a meno che non desideriate fare una sostanziosa cena prima di tornare a casa, abbiamo tempo per fare un’ultima passeggiata al West Park.

Nonostante sia molto più piccolo del Giardino Inglese che abbiamo visto prima, resta comunque uno spazio verde molto grazioso, dal quale è una vera e propria gioia per gli occhi ammirare il tramonto che avvolge tutta Monaco in un grande abbraccio.