Wiener Schnitzel, la ricetta della cotoletta viennese

112
ricetta della cotoletta viennese

La Schnitzel, la famosa cotoletta viennese, è probabilmente il piatto a base di carne più popolare della Baviera e in generale della Germania.

Spesso viene preparata con carni come vitello, maiale, manzo o pollo ed è caratterizzata dalla loro trasformazione in una cotoletta disossata molto sottile.

La carne può essere impanata e fritta oppure, se lo desiderate, può anche essere fritta direttamente senza impanatura e quindi consumata senza pane. Come piatto di carne, ha una funzione abbastanza versatile nella cucina bavarese.

La cotoletta viennese si presenta anche in una varietà di forme a seconda del luogo geografico in cui ci si trova, essenzialmente però la ricetta rimane la stessa.

Tradizionalmente la schnitzel viene prodotta con carne di vitello e quindi impanata con pangrattato.

Il piatto viene quindi servito insieme al limone e alla famosa insalata di patate tedesca oppure la cotoletta viennese può essere anche servita con marmellata di mirtilli rossi.

Storia della cotoletta viennese

La schnitzel è riuscita a conquistare i palati di una intera nazione e anche di più.

Puoi trovare la cotoletta viennese abbastanza facilmente nella maggior parte dei ristoranti bavaresi e, in alcuni casi, in diversi panifici locali servita come piatto pronto.

Tuttavia molti non conoscono i dettagli sulle sue origini e altri dettagli storici.

Gli storici della gastronomia bavarese hanno dimostrato che il nome Schnitzel affonda le sue radici nella parola der Schnitz. Der Schnitz, un verbo in lingua tedesca si riferisce a una fetta o un taglio.

Per quanto riguarda le origini della ricetta della cotoletta viennese, ci sono molte documentazioni disponibili che risalgono addirittura al I secolo a.C.

Questi documenti parlano di un certo Marcus Gavius ​​Apicus al quale molto spesso gli viene attribuito il merito di aver sviluppato questo tipico piatto della cucina bavarese e non solo.

Quando ci spostiamo nel Medioevo, è interessante notare che la cotoletta viennese di allora era riuscita ad entrare nella gastronomia di diverse nazioni o regni. Non era popolare solo nelle terre germaniche, ma anche nel nord Italia e nell’attuale regione austriaca.

Scopri gli Hotel più economici di Monaco

Cerchi un Hotel a Monaco di Baviera non troppo costoso e vicino al centro? Consulta la selezione che abbiamo creato per te!

Inoltre, è importante notare che l’ingrediente principale utilizzato dalla schnitzel in quel periodo era il vitello.

Un’altra scoperta interessante è stata che le origini della Wiener Schnitzel non sono del tutto tedesche o austriache.
Diverse prove hanno dimostrato che la cotoletta proveniva da tradizioni gastronomiche romane. È per questo motivo che il famoso piatto italiano come la “cotoletta alla milanese” è cucinato in modo simile.

Questo piatto infatti ha preceduto la nascita della Wiener Schnitzel nei menu austriaci.

Ricetta della cotoletta viennese

La tradizionale Schnitzel tedesca o Schweineschnitzel, così come è conosciuta localmente, è protetta dalla legge tanto in Baviera quanto in Austria, dove è anche conosciuta come Wienerschnitzel.

In entrambe queste regioni le cotolette possono essere preparate solo con carne di vitello. Inoltre, le loro ricette autentiche si sovrappongono anche nella maggior parte dei processi a causa del patrimonio comune condiviso.

Tuttavia, esiste anche una piccola differenza in cui le cotolette tedesche possono anche essere fatte usando carne di maiale e non solo vitello. Anche il maiale è ampiamente preferito qui.

In Germania, la Jägerschnitzel è la varietà più popolare di cotoletta. Viene servito insieme a un ricco sugo di funghi. L’altro piatto che segue questo piatto tipico è la Zigeunerschnitzel, o la cotoletta zingara, che viene servita insieme alla salsa piccante di peperone.

Il Rahmschnitzel è un’altra variante che prevede una salsa cremosa. Questi piatti possono essere consumati nella maggior parte dei ristoranti bavaresi locali.

Ciò che è comune in tutte queste e molte altre ricette è il modo particolare di preparare la carne. L’obiettivo è sempre quello di ottenere la varietà di carne perfettamente battuta.

Le porzioni di carne tagliate devono prima essere accertate che non siano spesse più di 5-6 mm. Questo perché vengono fritti a una temperatura molto elevata ma per una durata molto breve.

Inoltre, in questo processo, il trucco è assicurarsi che l’interno della carne non rimanga crudo e allo stesso tempo la crosta rimanga croccante. Pertanto, a tal fine, la carne deve essere battuta posizionandola tra due pezzi di involucri di plastica. Durante il martellamento assicurati di usare il lato piatto del martello e ricorda anche di cospargere ogni lato con sale e pepe.

Scopri gli Hotel più economici di Monaco

Cerchi un Hotel a Monaco di Baviera non troppo costoso e vicino al centro? Consulta la selezione che abbiamo creato per te!

Ingredienti per preparare la Schnitzel

  • 4 Fette di maiale disossate
  • Sale e pepe nero quanto bbasta
  • ½ tazza di farina
  • 2 uova grandi sbattute
  • ¾ di una tazza di pangrattato

Come preparare la cotoletta viennese

  1. Posizionare le costolette di maiale tra due fogli di plastica e martellarli fino a raggiungere lo spessore di 5-6 millimetri. Assicurati di eseguire questa operazione utilizzando il lato piatto del batticarne. Una volta fatto, puoi applicare il leggero condimento del pepe nero appena macinato insieme al sale su entrambi i lati della carne.
  2. Successivamente, avrai bisogno di tre ciotole separate di medie dimensioni. In ciascuna delle ciotole ti verrà richiesto di posizionare la farina, le uova sbattute e il pangrattato. Ora prendi le braciole di carne e immergile in ciascuna delle ciotole una alla volta. Dovrai stare attento poiché il rivestimento deve essere corretto su entrambi i lati.
  3. Nel frattempo dovrai anche mettere una padella antiaderente di medie dimensioni a fuoco vivo. Assicurati che la padella sia abbastanza profonda da contenere l’olio e quindi le fette di carne. Ora, elimina delicatamente le briciole di pangrattato in eccesso e poi friggetele velocemente.
  4. La cosa più importante da controllare è la temperatura dell’olio di frittura. Dovrebbe essere all’incirca a una temperatura di 330 gradi. Inoltre, la quantità di olio dovrebbe essere tale che le cotolette possano “nuotare” al suo interno. Il processo di frittura dovrebbe durare da 2 a 3 minuti e l’obiettivo è raggiungere una colorazione marrone dorato intenso su entrambi i lati della carne. Successivamente trasferire le costolette su un piatto che è rivestito con salviette di carta. Assorbiranno l’olio in eccesso.
  5. Le cotolette vanno servite calde, quindi non è necessario perdere molto tempo una volta che sono fuori dalla padella. La presentazione è interamente una questione di scelta personale. Puoi semplicemente posizionare fette di limoni freschi e cospargere con prezzemolo fresco insieme a un tipo preferito di salsa.