Cosa vedere a Monaco di Baviera in 1 giorno

Ormai i viaggi brevi sembrano essere diventati una vera e propria moda, sono migliaia le persone che scelgono di evadere per un solo giorno dal proprio paese alla scoperta di nuovi paesaggi e territori.

Se anche voi fate parte di questo grande gruppo di persone, e non avete la minima idea di cosa vedere a Monaco di Baviera in un solo giorno non preoccupatevi. Oggi, come sicuramente avrete già capito dal titolo, scopriremo insieme un itinerario che vi permetterà di vedere le attrazioni più bella della Baviera, senza sforare il limite di tempo; iniziamo subito!

Consigli prima della partenza

Prima di addentrarci nel cuore dell’argomento, mi sento in dovere di darvi alcuni consigli che vi torneranno sicuramente molto utili, sopratutto se non siete molto informati su cosa vedere a Monaco di Baviera.

Come prima cosa fate molta attenzione ai mezzi di trasporto che decidete di utilizzare, seppur vero che la città è provvista di una delle migliori linee metropolitane del paese, tra le mura grigie del sottosuolo vi perderete sicuramente gli edifici e tutti quegli elementi capaci di sorprendere e far innamorare a prima vista.

Un occhio di riguardo va obbligatoriamente dato anche al proprio abbigliamento; dimenticatevi subito l’estate italiana di 40 gradi, Monaco di Baviera rimane abbastanza fredda anche nei periodi più caldi dell’anno.

Ovviamente non dovrete portarvi il cappotto di lana in primavera, ma è sempre buona norma mettere in valigia una felpa in più.

Consigli su cosa vedere a Monaco di Baviera

Alter Botanischer Garten, il vecchio giardino botano della città

Proprio vicino alla stazione centrale, questo piccolo angolo di paradiso è il luogo ideale dal quale iniziare la giornata a Monaco di Baviera.

Il giardino è dotato di piccole e graziose fontane, prati verdi e panchine dove prendere una boccata di aria fresca e mattutina; se non avete ancora fatto colazione potete rivolgervi direttamente al grande bar dell’Alter, scegliendo se consumare il pasto all’interno, o se godervelo sotto i raggi del sole.

Nonostante vicino alla stazione principale ci sono molti altri parchi di questo tipo, l’Alter Botanischer Garten
è sicuramente quello più amato grazie alla struttura che sembra letteralmente abbracciare il giardino, isolandolo dal resto della città in frenesia.

Englischer Garten, il giardino Inglese pi grande d’Europa

La prossima tappa obbligatoria è il grande giardino inglese di Monaco di Baviera, uno dei luoghi di svago più amati e frequenti della città; non stiamo parlando di un semplice parco, bensì di un’enorme area immersa nel verde e piena di attrazioni e attività da fare.

All’interno del parco potrete visitare la Grande Torre Cinese, una costruzione in legno alta più di 20 metri all’interno del quale un orchestra si esibisce senza sosta, o imparare a bere il tè in pieno stile giapponese grazie alla Sala del tè.

Come avrete già capito, si tratta di un parco mastodontico con zone davvero interessanti all’interno delle quali ci si può anche perdere, motivo per cui vi consigliamo caldamente di orientarvi con il Gps del telefonino, sempre se non volete rischiare di concludere qui il viaggio.

A seconda di quanto tempo impiegate nella visita dell’Englischer Garten, potete pranzare presso al Restaurant am Chinesischen Turm, ristorante proprio vicino alla Grande Torre Cinese di cui abbiamo parlato in precedenza.

Residence, il museo reale della città

Lasciamoci alle spalle il giardino inglese, che farà sentire la sua mancanza una volta abbandonata la città, per scoprire la sontuosa Residenza di Monaco di Baviera.

Nonostante adesso sia un attrazione turistica, questo grande palazzo in passato ha ospitato principi, duchi e cardinali.

L’unico modo per riuscire a farsi un’idea chiara della sua grandezza è entrare all’interno, dove troverete la bellezza di ben dieci cortili e tre complessi principali: il Konigsbau, la Maximilianische Residenz ed il Festaalbau.

Proseguiamo da qui su un altro punto famosissimo della città, che sicuramente avrete già visto in foto e cartoline: Marienplatz.

Adesso comincerete a vedere il bello della città, ovvero tutti quegli elementi che la contraddistinguo dal resto delle città europee e non.

Come prima cosa vi consigliamo di comprare un biglietto per salire in cima alla Peterskirche, un luogo di culto che oltre ad offrire un panorama mozzafiato da più di 90 m d’altezza, vanta anche otto orologi e sette campane.

Non preoccupatevi riguardo al prezzo del biglietto, Monaco di Baviera è una città con prezzi accessibili a tutti.

Prima di spostarci dobbiamo dedicare un po’ di attenzione anche al grande carillon del municipio, in tedesco Glockenspiel, il più grande carillon del paese risalente al 1908 che è diventato un punto chiave della città.

Sempre in questa zona avvengono rappresentazioni della giostra cavalleresca e la danza dei bottai, esibizione nata nel sedicesimo secolo.

Frauenkirche, il duomo di Monaco di Baviera

Tra poche ore non solo sarà buio e dovrete cenare, ma sarà giunto anche il momento di abbandonare Monaco, ci conviene quindi sbrigarci e sfruttare l’ultima occasione a disposizione per visitare la Frauenkirche, la famosa Chiesa di Nostra Signora.

Questa grandissima chiesa, commissionata da Sigismondo di Baviera, venne ultimata nel 1400 ed è così particolare che diventa impossibile non riconoscerla.

La facciata principale è protetta da due grandi campanili alti più di cento metri, coperti da enormi cupole in ottone; all’interno della chiesa tra monumenti di ogni genere, non perdetevi i quattro cavalieri in marmo che proteggono ogni giorno il sarcofago dell’imperatore.

Una volta finita la visita alla Chiesa di Nostra Signora potrete cenare presso uno dei tanti locali disponibili a pochi passi da voi, dove si mangia bene spendendo il giusto.