Cosa vedere a Erlangen

464
cosa vedere a erlangen, in baviera
Castello di Erlangen - Foto: wikipedia.org

Erlangen è una delle località più conosciute e frequentate della Franconia, una delle regioni della Baviera.

La sua grande fama come città cosmopolita la rende una meta amata dai viaggiatori di tutto il mondo, e per questo motivo si respira un’atmosfera vivace e frizzante soprattutto di notte, quando i giovani dell’università locale escono per farsi una birra.

A questo proposito Erlangen è rinomata anche per le sue strutture accademiche di alto livello, che le hanno valso anche il soprannome di “Berkeley della Germania”.

Questa città vanta inoltre una storia piuttosto movimentata, che viene fatta risalire dai primi insediamenti preistorici che si trovavano nella valle del Regnitz, il fiume che taglia in due la città. Testimonianze certe si hanno dal XI secolo, quando appare in alcune documenti imperiali; ma il periodo più importante per la località è rappresentato dal 1500 e dal 1600, quando viene investita in pieno durante la Guerra dei Trent’anni e, successivamente, decide di accogliere gli ugonotti espulsi dalla Francia con l’Editto di Nantes.

In età industriale la città si fa conoscere per ospitare alcune sedi della Siemens, e ancora oggi rappresenta uno dei centri più avanzati della Baviera.

Dove si trova Erlangen

Erlangen è situata in Franconia, una delle regioni storiche della Baviera. Più precisamente si trova nelle piana formata dal fiume Regnitz, un affluente del Meno che ha segnato nei secoli la storia della città e degli insediamenti vicini.

Lungo questi corsi d’acqua si possono vedere ancora dei sofisticati meccanismi chiamati “norie” che venivano utilizzati nel passato per sollevare e trasportare acqua dolce agli acquedotti delle città o direttamente nei sistemi di irrigazione dei campi circostanti: rappresentano una testimonianza molto singolare che non si vede da tutte le parti.

Erlangen non è molto lontana da altre città importanti della Franconia, come Norimberga (appena 20 km), Rothenburg ob der Tauber (80 km), Bayreuth (95 km) e Ratisbona (120 km). Questo la rende un ideale punto di partenza per visitare in giornata altre località della Franconia e scoprire tutti i luoghi più interessanti di questa regione.

Cosa vedere ad Erlangen

Non è per niente difficile trovare qualche punto di interesse da visitare a Erlangen, che possiede ancora molte delle testimonianze storico-artistiche del suo passato.

Una delle più rilevanti è rappresentata dai giardini che, dopo l’arrivo degli ugonotti, sono stati creati per soddisfare il loro bisogno di decorazioni barocche così come era uso nel XVII nel loro paese di provenienza.

Nacquero così luoghi come lo Schlossgarten, un ampio giardino dove si possono trovare alcune testimonianze della diaspora ugonotta come la fontana del XVIII secolo che ne rappresenta le dinastie più importanti.

Poco lontano si trova l’Orangerie, una serra dove venivano conservati, come suggerisce il nome, gli alberi di arance amare cari alla consorte del margravio di Erlangen, che nel XVIII costituiva la massima autorità della Franconia.

La forma a ferro di cavallo dell’Orangerie la rende immediatamente riconoscibile, così come le statue sulla facciata, anch’esse rappresentanti gli esponenti ugonotti più influenti dell’epoca. Per completare si può visitare anche l’orto botanico, sempre nelle vicinanze, che viene tutt’ora gestito proprio dall’università della città.

Scopri gli Hotel più economici di Monaco

Cerchi un Hotel a Monaco di Baviera non troppo costoso e vicino al centro? Consulta la selezione che abbiamo creato per te!

La chiesa ugonotta della Neustadt può sembrare poco appariscente (proprio come richiedeva il sobrio modo di vivere di questa professione religiosa), ma presenta alcuni elementi interessanti come l’orologio del campanile decorato coi colori della bandiera francese e lo sfarzoso altare barocco.

Situata al centro della città, la Schloß- und Marktplatz è la piazza principale dove si tengono tutti gli eventi più importanti come i mercatini di Natale o il festival di primavera.

Chi è interessato al passato recente della città può visitare il Siemens MedMuseum, un piccolo, ma fornitissimo polo che offre un’ampia visione sulle innovazioni che l’azienda ha raggiunto in campo medico proprio qui a Erlangen, dove rimane ancora oggi una delle industrie più rilevanti.

A nord della città c’è un’altra testimonianza recente, questa volta di tipo artistico. Si tratta del Heinrich-Kirchner-Skulpturengarten, un luogo popolato dalle creazioni di Kirchner, uno sculture attivo nel XX secolo originario di Erlangen.

Come raggiungere Erlangen

Grazie alla sua posizione privilegiata, Erlangen è facilmente raggiungibile dalla maggior parte delle città bavaresi. Sicuramente una buona idea è quella di approfittare dei mezzi pubblici, prendendo uno dei bus a lunga percorrenza che partono da Monaco di Baviera o Francoforte sul Meno; altrimenti, se ci si trova in città più vicine come Norimberga, sarà sufficiente affidarsi a una delle linee extraurbane che, in meno di mezz’ora, vi depositeranno nella Berkeley teutonica.

Anche il treno rappresenta un mezzo valido per arrivare a Erlangen, anche se i prezzi del biglietto potrebbero essere leggermente più alti. La città dispone di un aereoporto, ma è possibile atterrare a Norimberga e da lì prendere i mezzi pubblici.

Andare in macchina è la soluzione ideale in quanto la città è ben collegata: partendo da Monaco di Baviera basta prendere la A9 in direzione Berlin-Nurnberg per poi svoltare sulla A73 una volta arrivati nelle vicinanze di Norimberga.